jump to navigation

ECCO DOV’ERA LA VITTORIA ! agosto 2, 2006

Posted by android in Arbitri, Campioni, Italia, Materazzi, Mondiali.
add a comment

Bastava cercare bene… era sotto i Materazzi, cinta dell’Elmo di Scipio!
A Berlino, che schiava di Roma (ma non era il contrario?) iddio la creò, i fratelli d’Italia hanno trovato la vittoria e Camoranesi ne ha porto la chioma, anche se è un fratello d’Argentina. Stringendosi a coorte gli eroi azzurri hanno sconfitto i barbari… galli, teutonici, sassoni o slavi che fossero… non si sa se erano pronti alla morte, anche se la testata di Zidane poteva avere effetti fatali! Ma quello che conta veramente è che l’Italia s’è desta, e finalmente s’è accorta che si può vincere anche senza truccare le partite comprando gli arbitri. Se vi pare poco…

Annunci

POOH POOH-POOH-POOH POOH-POOH POOH luglio 19, 2006

Posted by android in Campioni, Circo Massimo, Festa, Germania 2006, Italia, RAI, Totti, White Stripes.
1 comment so far

Mentre impazza ancora il coro di giubilo sulle note dei White Stripes, I Pooh hanno dichiarato: “La nostra canzone ha fatto vincere la Nazionale“. Non si tratta di una cover in Italiano di “Seven Nation Army”, bensi il nuovo inno della nazionale di calcio, “Cuore Azzurro”. Essendo la FIGC nel caos, pare che nessuno abbia avvertito Totti e compagni che avrebbero dovuto intonare la melodia dei Rolling Stones nostrani e non quella dei White Stripes. Totti si è giustificato dicendo che infatti lui cantava le parole “pooh-pooh pooh pooh pooh pooh”. Nel frattempo pare che i due musicisti di Detroit, Jack e Meg White, si siano dichiarati onorati e avrebbero inoltre rivelato che “Seven Nation Army” si riferisce alla nazionale italiana che ha battuto le sette altre partecipanti agli ottavi di finale.

LIPPI FARÀ L’HIPPIE ? luglio 13, 2006

Posted by android in Azzurri, Campioni, Italia, Lippi, White Stripes.
add a comment

Marcello Lippi, come previsto, ha lasciato la carica di C.T. della Nazionale. Essendo stato visto mentre aggiungeva tabacco speciale al suo sigaro, è filtrata l’indiscrezione per cui, raggiunto il nirvana del titolo mondiale, Lippi voglia prendersi un anno sabbatico lontano dallo stress accumulato. Smentite le voci che lo volevano sulla panchina del Woodstock, squadra militante nelle serie inferiori inglesi, pare che abbia anche rifiutato di guidare la nazionale indiana ai Mondiali 2010. “Adesso voglio solo sesso, droga e rock and roll, ma niente White Stripes!”, questo il commento finale di Lippi.

SALUTO ROMANO AI PRODI AZZURRI luglio 11, 2006

Posted by android in Azzurri, Buffon, Campioni, Circo Massimo, Festa, Germania 2006, Italia, Mondiali, Totti.
2 comments

Schiava di Roma ieri l’Italia s’è festa. Al Circo Massimo minimo un milione di tifosi ha osannato gli eroi nazionali. Gli azzurri erano sbarcati a Pratica di Mare facendo poi un bagno di folla in un lungo corteo fino al centro di Roma. Il pullman è arrivato in ritardo come capita spesso nella Capitale. Giunti a Palazzo Chigi, i nostri prodi sono stati ricevuti da Prodi, Rossi e Melandri e dai capi rossi della coalizione di centrosinistra. Ma al Circo Massimo, D’Alema e soci non c’erano. La folla romana urlava Forza Italia, De Rossi c’erano solo gli occhi degli azzurri, Totti stanchi ma felici. Mentre i campioni salivano sul podio bianco rosso e Verdone, il comico paragonava Cannavaro al muro di Berlino scatenando il tripudio finale, ultimo grande saluto romano all’Italia capoccia del mondo infame!

ITALIA CAMPIONE A TESTA ALTA ! luglio 10, 2006

Posted by android in Azzurri, Campioni, Francia, Germania 2006, Italia, Materazzi, Mondiali, Testata, Zidane.
3 comments

L’Italia è campione del mondo per la quarta volta ! La finale è stato un continuo testa a testa. Subito un rigore segnato da Zidane, poi un colpo di testa di Materazzi per il pareggio, infine, prima dei rigori, un colpo di testa a Materazzi di Zidane. Nel mezzo, la Francia ha imposto il suo gioco ma non è venuta a capo della difesa azzurra. Poi i rigori, seguiti con apprensione dal Capo dello Stato Napolitano che ha sofferto in tribuna idealmente assieme a tutti gli italiani. Infine, la gioia del capitano napoletano, Fabio Cannavaro che ha sollevato la Coppa sopra la testa per il tripudio di una nazione intera.